I racconti del lago 2003


Contiene 10 racconti inediti, vincitori del Premio Letterario Internazionale Anguillara Sabazia Città d’Arte 2003

Nella sezione narrativa inedita del Premio Letterario Internazionale “Anguillara Sabazia Città d’Arte” dieci sono i racconti selezionati per essere pubblicati in questo volume dal titolo “I racconti del Lago”. Racconti soffusi di poesia ambientati tra le rive di un lago reale o immaginario. Alto segno di una prosa fino al raggiungimento dell’ineffabile, in un linguaggio fatto di serrati legami d’immagini nella purezza e nella tensione dell’assoluto. Nati da una forte espansione di ricerca dell’animo umano, vero motivo ispiratore, sentimento generatore di morale e strenua ricerca di essenziali valori interiori. Il Lago, luogo evocativo, è un grande propulsore della loro straordinaria capacità narrativa dove il lettore potrà sentire e percepire il suo muoversi. Trame di una forte tensione evocativa, d’impeccabile costruzione, disegnate negli sfondi lacustri che permea un’intera esistenza di uomini e di donne attraverso le insondate profondità che il desiderio e la natura svelano a chi ama. Trovando alla fine se stessi e una distesa d’acqua d’amare. Il lago vive e accarezza i nostri sogni. Il poema del lago è un vero e proprio canto a molte “voci”, musica che commuove e rassicura: ascoltiamo. E’ là eterno, in un moto incessante.

Movimento e tuttavia fissità. Voglia di eternità, di riconoscere i contorni delle cose che rivelano anime diventate luce… amore. E’ simbolo di forze magiche e primitive in un contrasto di mille colori, emanazioni della terra vulcanica, del profumo della notte, degli aromi e dei sussurri delle macchie selvagge, dell’aria e dell’acqua. Il lago ammalia, qualcosa di sacro e di arcano sembra avvolgere queste sponde, conferendo ai personaggi lo splendore luminoso e mutevole della natura stessa. Perdura nel ricordo la visione della magia scaturita dall’attimo tra le rive folte di vegetazione, addormentato nella calma o impetuoso, rumoreggiante o spumeggiante contro i massi. La fantasia degli autori scoprono l’immensità, ne moltiplicano i meandri, ne fanno il regno inesplorabile di vegetazioni subacquee, scure e folte come le foreste che nella sua ondosità si specchiano. Quasi tutte le pagine del libro, per la loro stessa sapiente musicalità, mantengono sensibile la presenza dei laghi. Tutto contribuisce a generare una diffusa sensazione di mistero, di lontananza che si lega alle loro vite e accresce la palpitante poesia della narrazione. I personaggi del libro vivono molte pagine scritte come un invito a leggere il grande libro della natura, di cui pochi di noi sanno interpretare le sue voci e i suoi silenzi. Depositario di una saggezza immemore che sovente s’ignora, ma che si traduce in profetiche sensibilità, custodi dei tesori di esperienze antiche, filtrate attraverso l’eredità ancestrali, capaci di captare e comprendere i messaggi del mondo ed entrare in comunicazione col divino. Esperienze esistenziali che hanno il loro punto di gravità nell’attimo, che si risolve nella magia di una ineffabile musicalità. Voce unica e ineffabile, modo inimitabile d’amare le cose, la vita inesauribile che pulsa e si tramuta inafferrabile.

Myriam Vittoria Sebastianelli

- Editore: Montedit
- Prezzo: € 10,00

Tutti i libri del Premio Anguillara Sabazia Città D'Arte
Vuoi essere segnalato nella nostra prossima antologia? Partecipa al Concorso e proponi la tua poesia o il tuo racconto sul lago!

Lascia i tuoi dati: riceverai le news del Premio Anguillara e le informazioni per l'iscrizione al nostro Concorso:
email:
Nome:
Cognome:
Sono interessato alle news dedicate a: (esprimere anche più di una preferenza)
Case editrici
Partecipanti poesia
Partecipanti narrativa
Partecipanti racconti
Partecipanti saggistica
Partecipanti giornalismo
Biblioteche - Comuni - Siti per promozione
Teatri e associazioni
 Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)