I Vincitori dell’VIII Edizione del Premio Archè Anguillara Sabazia

La Cerimonia conclusiva della VIII Edizione del Concorso Letterario Internazionale Archè “Anguillara Sabazia Città d’Arte 2010”, si è tenuta sabato 25 settembre 2010 alle ore 16.00 nei saloni del Museo Storico dell’Aeronautica Militare - Aeroporto Vigna di Valle a Bracciano. Il Premio Arché Anguillara Sabazia, rappresentativo di cultura e letteratura inteso come esperienza di condivisione di far partecipare i suoi autori da anni emerge costante la validità, la forza evocativa del linguaggio per la scrittura contemporanea. Di un avventura intellettuale, un’esplorazione del linguaggio, preziosi stimoli e innovati contributi di pensiero. Ideato e fondato dalla poetessa - giornalista Myriam Vittoria Sebastianelli, un viaggio affascinante, momenti di grande tensione emotiva, per i sentimenti profondi che suscitano le opere premiate che rimangono con forza nella cultura a scandire le fasi della manifestazione, un punto di riferimento al quale il Museo storico dell’Aeronautica Militare partecipa con orgoglio e amore; l’orgoglio di accogliere questi incontri di energie e di dialogo culturale valorizzandosi in un luogo di confronto. Una realtà dinamica è la magia della parola condivisione, ascolto degli altri vissuta come esemplare manifestazione dell’essere. Numerose Autorità hanno fatto pervenire in questa ottava Edizione attestazioni di stima nei confronti dell’Associazione Arché e al fondatore del Premio, valutando l’evento di alto valore culturale. La manifestazione è stata condotta dal Prof. Marcello Teodonio, scrittore e critico letterario che ha introdotto gli autori in un viaggio poetico, dal fascino unico e sublime un rapporto vero che nasce nella simbiosi delle affinità elettive in un legame permeato di sentimenti, di ricordi, affetti, melanconie di versi e sogni. L’evento ha inteso stimolare le realtà creative, l’immaginazione il linguaggio di ricerca il fermento, esperienze che attingono al patrimonio culturale espressione di una lingua italiana creativa e dinamica mediatrice di unicità e molteplicità. Le culture si incontrano, gli autori dei diversi paesi europei e extraeuropei hanno letto i loro testi nella loro lingua. Moltissimi tra poeti e scrittori hanno aderito a questa impresa culturale che si distingue nel panorama nazionale dei Premi Letterari e che non ha perso il senso di una straordinaria avventura e come ogni anno fa echeggiare tra queste memorie del passato aeronautico, il respiro dell’anima. Autori che scrivono per il desiderio di farlo, per il piacere di proporre il loro modo di vedere la vita, per dare il via a quello che abbiamo perso: l’estasi di sognare ad occhi aperti davanti a una pagina di un libro. Il Premio di anno in anno ha visto crescere il suo pubblico trasformando un appuntamento letterario in un evento coinvolgente che rende protagonisti gli autori in concorso. Il 25 settembre, nel Museo Storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle, sono stati proclamati e premiati i vincitori delle 6 sezioni, insieme ai vincitori dei premi speciali.

VINCITORE SEZIONE NARRATIVA EDITA

- GIORGIO BALLARIO con “Morire è un attimo” L’indagine del maggiore Aldo Morosini nell’Eritrea italiana Edizioni Angolo Manzoni

MOTIVAZIONE DEL PREMIO: Il romanzo “ Morire è un attimo” E’ la storia di due misteriosi omicidi che il coraggioso maggiore dei carabinieri esperto investigatore deve risolvere in un’ambientazione coloniale siamo nel 1935 nell’Africa Orientale Italiana alla vigilia della invasione dell’Abissinia, le indagini, l’impegnativo lavoro di ricostruzione l’evidenza dei dettagli, l’energia e la capacità di costruire una narrazione storica in un tortuoso percorso alla ricerca della verità nascosta. Conquista con i suoi misteri, con le sue punte di magia da scoprire dietro ogni pagina. Nelle sue indagini sa percepire indizi utili per approdare a conclusioni, da dettagli per altri insignificanti, ma che per lui diventano determinanti a risolvere l’indagine. Realistico nell’alternarsi e compenetrarsi, nell’autentica lucidità stilistica, lungo tutto il racconto. Colpisce l’eleganza dello stile, sostenuto nel momento creativo di un pensiero che lascia emergere infinite sfumature in una terra lontana, le percezioni, gli stati d’animo sono fortemente intensi e coinvolgenti, un ritratto di stupefacente autenticità. Romanzo insolito e originale accattivante noir d’epoca racconto d’avventure e viaggio denso capace di dare un preciso senso del luogo di cui parla e dell’atmosfera che lo pervade”.

FINALISTI DELLA SEZIONE NARRATIVA EDITA

- FRANCESCO AMATO con “Il Borgo d’oltremare” Ugo Mursia Editore
- VALERIO PANDOLFI con “La voce dell’Oceano” Gruppo Albatros Edizioni Il Filo
- BIRGIT VANDERBEKE con “Alle spalle” (traduzione dal tedesco di Paola Del Zoppo) Del Vecchio Editore

VINCITORE DELLA SEZIONE SAGGISTICA EDITA

- LUIGI ZOJA con “Contro Ismene” Considerazioni sulla violenza Bollati Boringhieri Editore

MOTIVAZIONE DEL PREMIO: “Autore di grande lucidità intellettuale nei suoi aspetti sociali, nella sua dimensione civica e morale attraverso le proprie ricerche riesce a fondere l’urgenze dell’immediatezza con le ragioni dell’approfondimento”.

FINALISTA DELLA SEZIONE SAGGISTICA EDITA

- MARIO ALDO TOSCANO con “Alfabeto” Editrice Lettere

VINCITORE DELLA SEZIONE POESIA EDITA

- STEPHEN DUNN con “Ore diverse” (traduzione e cura di Marco Federici Solari e Lorenzo Flabbi) Del Vecchio Editore

MOTIVAZIONE DEL PREMIO: “La poesia è energia, amore, passione, dolore, ricordo, sofferenza racchiusa nella voce di un grande incantatore americano geniale: un poeta unico. Silloge di rivelazioni originali d’impeto, un corollario d’improvvise accensioni di luce, di ampi respiri profondi, infiniti distillati poetici infiammati che si fondono in un’intensità evocativa, come voce dell’espressività contemporanea.”

FINALISTA DELLA SEZIONE POESIA EDITA

- PAOLA MASTROCOLA con “La felicità del galleggiante” Ugo Guanda Editore

I libri protagonisti
        
Sponsor
Associazione Culturale Archè SoloLibri.net